sabato, Luglio 11, 2020

“I veri innamorati non festeggiano San Valentino”, lo dicono gli esperti

2
Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Si racconta che quasi 2000 anni fa una fanciulla priva di dote desiderasse sposarsi, ma che la sua condizione di povertà le impedisse di unirsi all’uomo che amava. Il vescovo Valentino, impietosito dalla storia, le fece dono di una somma di denaro sufficiente per celebrare il matrimonio, salvandola così da un destino di perdizione. A distanza di due millenni quell’atto di generosità compiuto in nome dell’amore è ormai ricordato da pochi, ma il nome di Valentino si è indissolubilmente legato a un’idea di romanticismo, con il suo carico di coccole, dichiarazioni di amore eterno, di dolci pensieri e di… ansia da prestazione!

San Valentino è ormai un’imposizione

A dirlo non sono i soliti polemici da social, che sembrano risvegliarsi ogni volta che ci si avvicina a una ricorrenza, ma proprio gli esperti. Tralasciando le ovvie considerazioni secondo le quali l’amore andrebbe espresso quotidianamente e non soltanto in occasione di una celebrazione, gli psicologi mettono in guardia su un problema molto più pratico, ovvero quello delle aspettative. Leggi anche: San Valentino, sei curioso di sapere come si festeggia nel mondo? In una società come la nostra, dove il bombardamento mediatico ci porta con estrema facilità a sentirci in competizione, le aspettative poste su questa ricorrenza possono causare ansie e timori sulla buona riuscita della serata. È come se San Valentino fosse ormai il parametro di valutazione dell’intesa di coppia: è necessario essere impeccabilmente romantici, ricercati, erotici, irresistibili. Nessuna pressione, per carità.

L’ansia per la buona riuscita della serata rovina l’intimità

Secondo la sessuologa Rosamaria Spina, di recente ospite a I Lunatici di Radio2, le tensioni associate alla festa di San Valentino si fanno vedere soprattutto nel dopocena. La classica ansia da prestazione fa in modo che la maggior parte delle coppie passi la serata a litigare, anziché a scambiarsi tenerezze. Sempre secondo la Spina, le coppie davvero innamorate non fanno neanche caso alle ricorrenze, perché ogni giorno è quello giusto per dimostrarsi il proprio affetto. Scontato? Forse, ma di certo una verità da tenere a mente. Leggi anche: Il castello della Disney esiste davvero Quindi, avete già deciso cosa farete stasera? Un suggerimento: non fate nulla. Restate a casa, guardate un film. Fate l’amore. Se davvero avete voglia di un momento speciale, programmate un viaggio: la primavera è dietro l’angolo.   di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Correlati

ISTAT, produzione industriale +42,1%: Stiamo uscendo dalla crisi?

Pubblicati i dati dell’Istituto nazionale di statistica che comunica: “A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti del 42,1% rispetto ad aprile”.

Jennifer Aniston e Tom Hanks infuriati: “Chi non usa la mascherina si vergogni”

Da quando ha aperto il profilo Instagram, l’attrice Jennifer Aniston è sotto...

Conte verso proroga stato di emergenza Covid al 31 dicembre

L’Italia non è ancora fuori pericolo dal rischio contagi da Covid 19....

Popolari

Daniela Zanardi: “Fate di tutto per salvare Alex, purché ci sia speranza”

Il nuovo bollettino medico parla di rischio di eventi avversi che potrebbero aggravare ulteriormente le condizioni del campione. La moglie è con lui ma eviterebbe l'accanimento terapeutico.

Calendario Maya: il mondo finirà il 21 giugno 2020?

Secondo un’errata interpretazione del calendario, la vera fine del mondo non sarebbe stata il 21 dicembre 2012 ma sarà il 21 giugno 2020. La bufala che sta facendo impazzire il web.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Tiziano Ferro: “Un figlio con mio marito grazie al fostering”

Tiziano Ferro e il marito stanno pensando di avere un figlio. Tra le strade da percorrere, il fostering, una specie di affidamento temporaneo.

Europa: ecco dove gli italiani possono andare in vacanza

In alcuni Paesi, come ad esempio la Spagna, vince ancora la prudenza. Italiani sotto controllo. Da Luglio maggior libertà di spostamento anche verso il resto del mondo.

Ultimi

ISTAT, produzione industriale +42,1%: Stiamo uscendo dalla crisi?

Pubblicati i dati dell’Istituto nazionale di statistica che comunica: “A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti del 42,1% rispetto ad aprile”.

Jennifer Aniston e Tom Hanks infuriati: “Chi non usa la mascherina si vergogni”

Da quando ha aperto il profilo Instagram, l’attrice Jennifer Aniston è sotto...

Conte verso proroga stato di emergenza Covid al 31 dicembre

L’Italia non è ancora fuori pericolo dal rischio contagi da Covid 19....

Esiste una legge per salvarsi dai debiti. Ecco come funziona

Esiste una legge per salvarsi dai debiti. È la Legge 3/2012 istituita...

Razzismo, perché Coca-Cola e altri brand ritirano la pubblicità da Facebook

I più grandi brand al mondo stanno bloccando la pubblicità su Facebook in segno di protesta per le sue politiche sui diritti civili.